Rivoluzione Civile: un’applicazione (fallimentare) dell’equilibrio di Nash

L’equilibrio di Nash è una situazione nel quale viene a trovarsi un gruppo di agenti quando ognuno di loro non ha interesse a cambiare le proprie scelte strategiche. Ad esempio, sia che x faccia A o B o C, ad y converrà in ogni caso scegliere di fare D. Tuttavia l’equilibro di Nash non è un ottimo paretiano, per cui è possibile aumentare almeno il guadagno di qualcuno (se non dell’intero gruppo) senza ridurre quello degli altri. Quindi, può darsi il caso in cui i membri cooperino fra di loro per ottenere il massimo guadagno possibile del gruppo e, indirettamente, per ciascuno di essi.

Un esempio di questo meccanismo è la vicenda che ha portato dal progetto “cambiare si può” (movimento finalizzato alla partecipazione politica della cittadinanza, ma disposto ad accogliere partiti al proprio interno) al partito di Rivoluzione Civile. Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista, aderisce al movimento di “cambiare si può”. Una volta salito sul carro, sceglie (almeno lui) di stare alle regole. Gli altri “giocatori” del gruppo, ovvero Diliberto (Comunisti Italiani), Di Pietro (Italia dei Valori) e Bonelli (Verdi), capiscono che se collaborassero fra loro, mettendo temporaneamente da parte la competizione, ne risulterebbe un vantaggio maggiore per tutti rispetto ad un’azione individuale. Confluiscono allora nel movimento, spartendosi la torta con Rifondazione ed eliminando nei fatti l’iniziativa cittadina, vero scopo della nascita di “cambiare si può”. Si forma il cartello “Ingroia”, dietro cui colludono tutti e quattro i partiti menzionati sopra. In questo modo, la probabilità che hanno di rientrare in parlamento è molto maggiore di quella che avrebbero come attori singoli e in competizione fra loro.
Ecco perché non è possibile costruire niente di nuovo insieme ai partiti in genere. Sono i massimi custodi di quelle dinamiche con cui si vorrebbe chiudere una volta per tutte, e non gli si può certo chiedere di aiutarci a voltare pagina: sarebbe come chiedere al condannato a morte di impiccarsi da solo.

Il risultato elettorale che hanno ottenuto è stato un fiasco totale. Non ci resta che aspettare di vedere quale sarà la prossima maschera che indosseranno in vista delle nuove elezioni.